Anno: 2009

Amiche

 Giorno di Natale. Ore 12.00 am. Bar di piazza. Aperitivo in compagnia degli amici, per augurarsi il Natale. Amica (con manina in orizzontale e tutte le dita tese): "Oh ciao, come va? Auguri! A me S. mi ha regalato un giochino per il Nintendo Ds, tu vedessi com’è bello, lo volevo da tanto, costa tantissimo ed è fighissimo…" Io:"Ah sì? Bene, mi fa piacere. A me invece Ste mi ha regalato il Nintendo Ds. I.  Amica (la manina si abbassa): "Oh… alla fine te l’ha comprato allora?" Io:"Sì." Amica:"Ohhh… ed è il Ds i??? Io:"Sì." Amica:"Ohhhhhh….. allora è il modello nuovo… io ho quello vecchio…." Io:"Già… ma non cambia molto da quello vecchio, solo che ci si può andare in internet e fare le foto e scaricare i programmini ed anche i giochini…" Amica (con manina in orizzontale e tutte le dita tese):"Già…. Mmm… Però sai, a me ha regalato anche degli occhiali ed una sciarpa." Io:"Ah sì? Beh, anche a me Ste ha fatto un altro regalo." Amica:"E quale?" Io:"Una trousse della Pupa, si …

Natale

Natale è terminato. E:  …posso dire di essere un’orgogliosa proprietaria di un Nintendo DS i che desideravo da tanto. Bianco, ovviamente. …di una trousse della Pupa Butterfly in Blue che desideravo sempre da tanto ed è talmente bella da meritare un posto in primo piano in camera mia sfrattando i vari soprammobili accumulati nel corso degli anni. …di una soddisfazione senza pari per la mia vita. …e, sopratutto, di un fidanzato stupendo che mi ha regalato tutto questo e che a Natale è stato presentato ufficialmente con questo titolo in famiglia. Ti Amo chicco mio. Sei la mia vita. ♥

Silvana

 Stamattina ho guardato, come faccio spesso, "La storia siamo noi", del bravo Giovanni Minoli, ed il personaggio trattato nella puntata odierna era Silvana Mangano, attrice del post dopoguerra che ha fatto girare la testa a moltissimi uomini con la sua bellezza e la sua sensualità. Quello che è emerso dalla sua vita è stata malinconia, freddezza, bellezza, sensualità, intelligenza, stima delle persone con cui ha sempre lavorato, umiltà.                                                        Dicono che nessuno abbia mai capito perché la donna a volte si rinchiudesse in se stessa e nella propria camera da letto, non volendo vedere anima viva e facendo dire al telefono quando la cercavano "la signora non parla". Ma io credo di capirla. A quanto riportato da chi l’ha conosciuta, Silvana Mangano era una donna bellissima ma molto introversa e molto timida: era infastidita dalle luci della ribalta, dai giornalisti e da quanti le ricordassero ogni cinque secondi che …