Domopack

Standard

Mentre girellavo sulla rete mi sono imbattuta in una notizia che mi ha lasciato un pò basita. Riguardava i domopack (click). Domopack, proprio loro, quelli per incartare gli alimenti o le altre cose.. quella plastichina trasparente che spesso e volentieri per strapparla dal rotolo ci vuole un quarto d’ora più le forbici e quando ci riesci si ripiega su se stessa manco ci avvicinassi la fiamma dell’accendino. Se il rotolo non è rotolato via e tu ti ritrovi avvolto nella plastichina trasparente, come certe tizie che da qui hanno preso l’idea per farcisi un vestito. (click)

Sapete, quella che un pò di tempo fa serviva a due bambini per far scivolare un pollo sopra la fontana.

Ah no, quello era il Cuki.. 🙂 (click)

Insomma, ci sono ragazzi, a Roma, che lo usano come nel video linkato: ci avvolgono dentro il pollo. Sì, perchè vergognandosi di andare in farmacia e comprare i preservativi, o non sapendo – evidentemente – che ci sono i distributori anonimi a giro per le città, preferiscono usare il buon vecchio Domo, che oltre ad essere discreto e riservato, non dà nemmeno nell’occhio come invece potrebbe fare una scatola di preservativi sotto il letto. O nel cassetto. O nel cruscotto della macchina.

… sempre meglio delle supposte effervescenti, (click) comunque.