Forever Friends

Standard

parishiltonbrittanyflickingeroutclubn4tfktnrjhhlSempre più spesso mi capita di leggere su Facebook link dedicati all’amicizia eterna tra due ragazze, link che inneggiano al rapporto speciale che lega queste due personcine dolci ma stronze all’occorrenza e che descrivono un mondo ideale fatto degli stereotipi più comuni che possiate immaginare.

Ultimamente però mi è capitato di approdare su una pagina decisamente esagerata, il cui titolo era più o meno “Lei, la mia ragione di vita” dove i link che venivano proposti sembrano essere fatti con lo stampino, dove si inneggiava la bellezza degli occhi dell’amica amata, al suo sguardo, all’importanza che riveste nella vita dell’altra, il fatto che “io vivo per te, ti amo”, “Io ho Lei, e Lei è Mia”, “Mi hai cambiato la vita, ti amo” e frasi del genere.

Ora, a me quei link sembrano più dichiarazioni d’amore di una coppia lesbica che affermazioni di un sentimento di amicizia. E se così fosse, nulla di male. Non so se dipende da me, una quasi orsa che si crogiola nella solitudine della sua cameretta a scrivere o a leggere, o se veramente si sia arrivati all’esagerazione tanto per far vedere che non si è soli.

Sì perché a me tutto questo esternare un sentimento enorme, assoluto, purissimo e importante così come leggo nei link di cui sopra, mi sembra un modo (un modo ulteriore, oserei dire) per vantarsi ancora una volta agli occhi del mondo che non si è soli, che c’è una persona che tiene a noi e che siamo quindi in possesso di una relazione speciale che non a tutti è concessa, sperando, ingenuamente, di provocare invidia e ammirazione, sia per l’eccellente sintassi e ortografia con cui i link vengono scritti (da notare poi errori come un perché scritto con l’accento grave anziché acuto) sia per questo sentimento così esclusivo da sembrare morboso.

Una delle autrici della pagina di cui sopra scrive inoltre ai suoi visitatori come messaggio di benvenuto un’affermazione del tipo: “Non so se tu abbia una come la mia Lei, no non l’hai perché Lei è Mia”.

Ecco, aggiungo io, per fortuna.

Anno nuovo, vita nuova.

Standard

… Sto pensando di cancellarmi da Facebook. 

Pensare di essere sempre raggiungibile, anche da chi non ho piacere che mi raggiunga (vedi amiche appiccicose e/o ex amiche) comincia a pesarmi. Mi dispiace perdere i contatti con voi dei blog, ma per quello ci sono, appunto, i blog, e comunque sarei sempre su Twitter… non so. Vedremo. Magari è un buon modo per cominciare bene l’anno nuovo.