Baluardi

Standard
In questi giorni mi sono resa conto come, nonostante tutto, ci siano ancora persone di valore che tengono al proprio lavoro e al perché abbiano deciso di intraprendere una determinata carriera o un determinato compito. Nonostante tutto ci sono delle persone che credono in quel che fanno, e lo difendono.
Una di queste persone è Maria Luisa Busi.
La bionda conduttrice del Tg1 delle 20:00 è sempre stata la mia preferita, con quei bellissimi lunghi capelli lisci e biondi, gli occhi cerulei e quel piglio severo di chi sa il fatto suo. Ricordo che quand’ero piccola mi intimoriva un pò – come anche adesso – identica a com’era vent’anni fa proprio come il mio caro Piero Angela che mi manca e manca in tv, seppur sostituito dal discendente diretto Alberto. Ho sempre stimato questa giornalista seria e forse altezzosa, che annuncia le notizie alzando il mento  senza paura di nulla e nessuno. E adesso, alla luce dei recenti avvenimenti che l’hanno riguardata, la stimo ancora di più: in una lettera che lei stessa ha affisso sulla bacheca della redazione annuncia di lasciare il Tg1 perché si sente tradita, offesa e anche presa in giro, sente che quel Tg in cui ha lavorato per tanti anni ora non è più lo stesso e non fa il suo dovere, non rispecchia tutte le realtà ma solo quelle che fa comodo dire, tacendo il resto.
Il destinatario della lettera è il direttore del Tg1,  Augusto Minzolini, con il quale la Busi ebbe già a che ridire tempo addietro: in seguito all’allontanamento dei suoi colleghi Tiziana Ferrario, Paolo Di Giannantonio, Piero Damosso e Massimo De Strobel, per decisione dello stesso Minzolini la Busi dichiarò in un intervista a Repubblica che si respirava un clima di rappresaglia, intollerabile.  Già prima si era scontrata con il direttore della mala informazione sui fatti riguardanti il terremoto dell’Aquila, secondo lei sminuiti dal telegiornale.
Si sente in colpa, direi leggendo la sua lettera, di aver lasciato che la fiducia con i telespettatori venisse incrinata da tutto questo. E’ ovvio infatti che il primo colpevole di non informare o informare male è proprio il giornalista che legge, che annuncia, che compone il pezzo.
Così, in conseguenza di questi ripetuti contrasti a cui non c’è risposta dall’altra parte, nemmeno un accenno di compromesso ma anzi un muro di cemento armato, lascia la conduzione.
E Minzolini cosa dice? Sarà dispiaciuto del fatto? Cercherà di corteggiare la bella Maria Luisa affinché ritorni al suo posto e nelle case degli italiani? Macché. Minzolini, dopo averle mandato una lettera formale in cui la riprendeva per aver rilasciato un’intervista (quella a Repubblica) senza autorizzazione (e tra le altre cose una lettera ingiustificata, dato che la Busi fa parte del Consiglio nazionale della Federazione della Stampa quindi può rilasciare interviste senza autorizzazione nonché esprimere opinioni come sindacalista)  dichiara: «La Busi accompagna le notizie con la mimica facciale dando giudizi» «La Busi conduceva il Tg da 18 anni», «La Busi sputa nel piatto dove mangia». E la sostituisce con la giovane Laura Chimenti, «che ha velocità e ritmo».
Nessun tentativo dunque, di riaverla, nemmeno un timido corteggiamento, neanche un mazzo di rose. Anzi, velatamente la accusa di essere ingrata. E vecchia.
Io non so cosa ne pensiate voi, ma io, che pur di giornalismo non ne capisco, che non riesco a concepire certi intrighi di potere, che non lavoro alla Rai e non sono nessuno, vorrei dire una cosa, al direttore Minzolini, usando le parole della stessa Busi:

«Caro direttore, credo che occorra maggiore rispetto. Per le notizie, per il pubblico, per la verità. Quello che nutro per la storia del Tg1, per la mia azienda, mi porta a questa decisione. Il rispetto per i telespettatori, nostri unici referenti. Dovremmo ricordarlo sempre. Anche tu ne avresti il dovere».

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...