Essere me, Fashion, not victim, Figlie di Eva
Lascia un commento

Strange Autumn/Winter 2010/2011

L’autunno sta arrivando e le maison, sempre in anticipo di qualche tempo, così come vuole la tradizione, si impegnano per presentare le nuove collezioni.
Mi hanno colpito due maison in particolare, e non positivamente: Jean Paul Gaultier e (ahimé) Chanel. Quando ho visto le loro proposte la prima cosa che ho pensato è stata:”Ma che hanno fatto indossare ai modelli?”
Cielo, io non sono un’esperta di moda, ma di sicuro, se vedessi camminare in giro qualcuno vestito come uno dei loro ragazzi, penserei che è un pazzo o un amante del trash. Credo che ogni tanto per essere a tutti i costi originali si vada al di fuori delle regole del buon gusto (vedi le orribili Armadillo di Mc Queen, che potevano piacere solo a Lady Gaga). Se poi questi sono “esperimenti” che vogliono provocare e prendere in giro, allora tanto di cappello: è una supercazzola in piena regola.

Passo dunque a mostrarvi le meraviglie partorite di cui parlavo sopra. Questa è (di nuovo ahimé) Chanel:

Chanel è sempre stata l’icona della femminilità e della delicatezza. Se mi parlate di Chanel a me vengono in mente l’eleganza del bianco e del nero, la finezza e la raffinatezza di lunghe gambe slanciate da scarpette bicolore e la modernità di una donna in carriera che si mette il tailleur per recarsi al posto di lavoro. Vedendo questi orsi impellicciati, l’unica cosa che mi viene in mente è:”Spero che non abbiano scuoiato animalini e che le pellicce siano sintetiche”.

Jean Paul Gaultier preferisce darsi al fluo e all’oriente invece:

Colori accesi misti a pelle nera, strani cappelli che ricordano quelli indiani, conditi a volte da lunghi bocchini dorati, con la tanto di moda calza col sandalo che a me non va proprio giù e continua a sembrarmi da turista in vacanza.
Ovviamente queste sono i modelli “estremi”, tra le proposte ne ho viste alcune decisamente più moderate e fini, ma continuo a chiedermi, rivedendo anche adesso queste foto appena postate, se tutto questa esagerazione sia voluta o sia frutto dell’arroganza derivata una posizione dominante da parte della maison sul mercato, tale da potersi permettere di proporre qualunque cosa data la sua importanza.
Io so solo una cosa certa: se anche avessi i soldi per comprarmi questi abiti, di sicuro non lo farei.
Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...