Il maglioncino ceruleo

Standard

Superficialità. Questa parola va molto di voga, di questi tempi. Ma cosa è veramente superficiale?

Qualche giorno fa sono andata a vedere alcuni spezzoni del “Diavolo veste Prada” su You Tube, dato che è un film che io trovo assolutamente delizioso e la recitazione di Meryl Streep è superba, tanto da averle fatto vincere un Oscar. Come spesso accade se non si vedono o non si scrive o non si legge qualcosa di russo con i sottotitoli in cirillico che parli di morte, guerra, politica o altre amenità simili, deve intervenire il solito pseudo intellettuale di turno (a volte sicuramente troll) che tira fuori opinioni come: “Un film sciocco e banale, superficiale” rispondendo alle difese dei fan con un: “Eh beh certo, ha vinto 12 o 13 Oscar, che vuoi….”

Ora.

Non pretendo affatto che, nella fattispecie, “Il Diavolo veste Prada” possa essere al livello di Schindler’s list. Non pretendo nemmeno di spacciarlo come il film dell’anno, o come fulgido esempio per le giovani leve della cinepresa. So solo che è un film carino, godibile, pieno di bei vestiti (cosa che fa sempre colpo), con una certa morale che fa riflettere e che il mio personaggio preferito, Miranda Priestly, ha quel livello di stronzaggine che attira e fa invidiare lo spettatore di turno (vedi i vari Dr. House del caso). C’è bisogno di farlo a pezzi denigrando ogni cosa che lo riguardi, senza nemmeno andare aldilà della commedia sentimentale e senza rispetto alcuno per gli estimatori? E con ciò non difendo chi, con squittii e manine tese verso l’interlocutore di turno, spacci la suddetta pellicola come “il capolavoro del secolo” alla stregua di Twilight (le fan di quest’ultimo non mi lincino, le prego). Lo sputare facili sentenze su film che non siano alla Umberto Eco non farà del soggetto in questione un Umberto Eco appunto, ma solo un poveretto da compatire. Sono dell’opinione che il vero intellettuale si interessa di tutto, legge, vede, s’informa, e solo dopo dice la sua, senza mai offendere o assumere un atteggiamento di superiorità nei confronti del suo interlocutore. Consiglio agli pseudo intellettuali di non mettersi mai la maschera di Vittorio Sgarbi, perché in questo modo non faranno altro che concentrare su di sé le antipatie dei loro simili, nonché indicazioni cortesi per raggiungere il tanto famoso “quel paese”.

Per concludere, voglio rispondere alla domanda fatta all’apertura del post. ‎

Cos’è la superficialità? Penso che ci siano molti modi per rispondere alla domanda con degli esempi, perché ci sono molti modi in cui ci si può fermare solo all’apparenza, e non scavare più a fondo. Uno di questi, per me, è l’etichettare le commedie e la gente a cui piacciono come superficiale: per me è quanto di più superficiale ci possa essere. Oltre che rappresentare un evidente indizio di insicurezza, certo.

N.d.r. Se vi state chiedendo perché io abbia intitolato il post con “il maglioncino ceruleo” è perché rimanda a una delle scene più memorabili di tutta la pellicola citata sopra, quella del “maglioncino ceruleo”, appunto, che è un ulteriore esempio di quanto appena scritto. Se lo pseudo intellettuale di cui sopra avesse visto veramente il film, si sarebbe certamente sentito chiamato in causa dal discorso del “maglioncino ceruleo”. A ulteriore conferma che il superficiale in questo caso, ahimè, è proprio lui.

Annunci

9 pensieri su “Il maglioncino ceruleo

  1. Sono totalmente d'accordo, non c'è peggior cosa che giudicare senza conoscere. Il diavolo veste prada non sarà un film da oscar ma si può guardare (c'è molto di peggio) e non si possono sempre guardare film "seri". Quella scena in particolare è una delle mie preferite, da markettara non potrebbe essere altrimenti 😀

    Mi piace

  2. A me non è dispiaciuto questo film, un po' per la straordinaria recitazione di Meryl, attrice che adoro, un po' per i contenuti del film che mira proprio ad affermare il fatto che la moda non è superficiale, e che tutto ciò che sta dietro alla moda è ben pensato e costruito.proprio questo video che hai postato infatti ci fa capire quale lavoro ci sia dietro un semplice maglione. E noi che pensiamo di non seguire la moda!! In realtà tutto è moda…anche quello che troviamo nei mercatini!

    Baci ❤

    Mi piace

  3. Uhm, questa volta non sono del tutto con te.Io ho visto il film in questione, come ho visto decine di film disimpegnati traendone il godimento della mente che non deve concentrarsi, e mi sento di accodarmi al giudizio del troll di YouTube: è un film grazioso, ti fa passare due ore carine, ma effettivamente è scioccherello e banalotto (al contrario di altre commedie di ben diverso spessore). La morale, che è solo la declinazione fashion di "i soldi non fanno la felicità" e l'ennesima celebrazione dei buoni sentimenti e dei valori, viene riproposta da Hollywood da decenni.La naturale difesa del diritto dello spettatore di scegliere il tipo di pellicola che più gli aggrada, nonché il sacrosanto rispetto dei gusti di ognuno, viaggiano secondo me su un altro binario: da una parte c'è il "è un film stupidino" (e qui penso che siamo tutti d'accordo), dall'altra c'è il "io guardo quel che mi pare". La prima istanza non annulla la seconda, ma è vero anche il contrario – e cioè che il signor Troll ha ogni diritto, a cui tuttavia potrebbe anche rinunciare in nome del buonsenso e per occupare la sua nobile mente in attività più elevate, di andare sotto il video e scrivere che è un film idiota senza che questo significhi mancare di rispetto a chi invece lo considera un bel film.Scusa per il papiro!

    Mi piace

    • Valentina

      Ma che scusa, anzi mi fa piacere quando le persone scrivono tanto e esprimono quel che hanno da dire. Venendo al tuo commento, sì, sicuramente il signor Troll ha ragione a dire che è un film leggero e scioccherello, ma quel che mi dà fastidio e su cui volevo incentrare l’attenzione del post è l’atteggiamento di alcune persone che denigrano tutto a priori solo perché la tematica di cui trattano non è quella di un filmone impegnato. Io non credo che loro prendano tutto così sul serio, avranno pur qualcosa in cui svagare la mente, altrimenti le cose sono due: o mentono o non sono umani. E’ un pò il discorso che feci a proposito di quel tizio che “disquisiva in greco antico” e “giocava a scacchi medievali” per rilassarsi. Cielo, se si rilassa così ben venga, non critico questi divertimenti, c’è chi si rilassa a testa in giù. E’ il modo con cui viene detto, l’arroganza e la presunzione del “io sono meglio di te e tu sei superficiale”… che poi a me dà sempre la sensazione della balla per apparire l’Umberto Eco del momento, non la verità. Conosco degli intellettuali ma non hanno questo modo di fare, anche se sono moderatamente superbe. (Credo sia più forte di loro )Che poi scusa, non è più superficiale etichettare una persona come superficiale e sciocca perché guarda “Il diavolo veste Prada” che guardare il film stesso? E poi perché io dovrei sentirmi superficiale e sciocca perché a me piace il film? Possono queste essere prove inconfutabili della superficialità o stupidità di una persona? Io non credo, difatti non mi sento né sciocca né superficiale, e almeno dico che a me il film in questione piace. Forse il signor Troll non ha il coraggio di dire che a lui piace “Pretty Woman”, chissà… A te non è mai capitato di incontrare persone simili?

      Mi piace

  4. Per me invece è un film molto bello perchè fa riflettere e non trovo che sia superficiale,credo che qualche volta i critici o intellettuali dovrebbero fare critiche un pò più costruttive e non giudicare tanto per…un film può sembrare banale ma sta a noi vedere oltre e se lui non ci ha visto niente vuol dire che l'ha guardato con superficialità

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...