Cosa c'è

Se uno è bello è bello. Non c'è niente da fare.

… non tenere tutto dentro di te… (cit.) 😀 In questi giorni mi sono rilassata, dopo l’esame di mercoledì mi sono fatta una scorpacciata di Harry Potter (ero rimasta indietro di alcuni capitoli della saga) e finalmente ho potuto vedermi anche il gran finale… che dire, ovviamente mi sono un po’ commossa nel pensare che questo sarebbe stato l’ultimo episodio e un po’ mi è dispiaciuto. Sono sempre più convinta che non sia una storia per bambini e se avessi un figlio lo guarderei sicuramente insieme a lui. In alcuni aspetti poi è complesso e i film non spiegano proprio tutto chiaramente… sono dovuta andare su Wikipedia per poter capire meglio alcune cose e legare insieme pezzi che lì per lì non mi tornavano. Sì, prendetemi pure in giro.

Sabato io e S. siamo andati al mare, stesso posto dell’altra volta, ci siamo pure guardati intorno alla ricerca del telefono scomparso ma nulla ovviamente… 🙂 Siamo rimasti lì tutta la mattina e poi siamo andati a mangiare del pesce in una piccola rosticceria (non sapevo potesse esistere una rosticceria di pesce, tant’è…) e poi, sorpresa inaspettata, mi porta al centro commerciale “per dare un’occhiata”. Lì mi compra un vestito e dopo aver girellato mi fa: “Questo è il telefono uguale al mio. Chissà se c’è in verde. Cerchiamo.” Devo premettere che mi aveva promesso di darmi il suo telefono quando se ne fosse comprato uno nuovo dato che quello che aveva acquistato mi piaceva un sacco. E di dare il mio a mio fratello, che è affamato di internet e in questo modo avrebbe potuto connettersi tramite wireless anche da cellulare chattando con le sue donne. Dopo aver trovato l’ultimo rimasto gli chiedo perché lo cercasse in verde (il mio colore preferito). Lui prende la confezione, la rigira e fa solo: “Ok, andiamo.” “Dove andiamo?” “Alla cassa, che domande” e s’incammina. “No scusa, vuoi comprarmi il telefono? Perché?” “Perché quello che avevo in mente di comprare costa 600 euro, e se devo spenderle per un cellulare preferisco prendere un computer poi. Questo costa molto meno, dato che ti ho promesso che ti avrei regalato un telefono come il mio non vedo cosa ci sia di male…” e mi sorride. Io rimango inebetita nella lunga fila che ci separa dalla cassiera, e lo interpreto come un segno del destino. “Guarda quanta gente. Sei in tempo per cambiare idea”. “Non la cambio grulla. Voglio farti un regalino, ti sei stressata così tanto per questi esami ultimamente, e poi te lo avevo promesso. E poi io sono contento perché risparmio, tu sei contenta perché hai il telefono che volevi e tuo fratello è contento perché gli dai l’Htc. Siamo tutti contenti.” Tento di replicare e di convincerlo ancora una volta a desistere dal suo folle proposito ma arriva il nostro turno e lui porge la scatola alla signora dietro il banco. Dopo aver pagato mi dice:”Ecco, tieni, è tuo”. E mi sorride. E io come un’imbecille sorrido con lui. Strani sentimenti si agitano dentro di me: senso di colpa per avergli fatto spendere troppo, gratitudine, amore. Ancora non ci credo quando saliamo in macchina e quando lo accendo saltello come un piccolo grillo ubriaco sul sedile facendo urlettini di gioia mentre lui se la ride come un gatto dello Chesire. Inutile dire che non mi sono accorta nemmeno dei chilometri fatti per tornare a casa, in un attimo mi sono trovata davanti il mio giardino e non me ne sono resa conto. Mi sono costretta ad infilarmi sotto la doccia e poi mi sono incollata alla scrivania a spupazzarmi il mio bel Samsung Galaxy Next color verde lime, che ha pure l’applicazione per scrivere con WordPress. Ma sopratutto ha Android. E ora facciamo i gemellini, lui col Samsung Galaxy Next Arancione ed io con quello verde. Inutile dire che i nostri amici lo hanno preso in giro dicendo che il mio è molto più bello… 😀

Ciliegina sulla torta, sono già usciti gli appelli per gli esami. Si comincia dal sei settembre, quindi mi sono già rimessa sui libri. Sinceramente non m’importa di essere di nuovo alla scrivania, penso che prima vengono e prima se ne vanno e prima prendo questa maledetta laurea… penso che se sacrifico un po’ d’estate adesso, la prossima sarà tutta per me e non sarà rovinata da nessun esame. Ho in mente un progetto ambizioso, lo so, ma spero di portarlo a termine comunque. Incrociamo le dita. 🙂

Annunci

7 thoughts on “Cosa c'è

  1. I like this post because of the details that you chose to bring out. The guilt over him buying the phone, the line of destiny, and smiling like an idiot. You have the mind of a good writer. Keep observing!

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...