Distrazioni più o meno mondane, Essere me, Fashion, not victim, Figlie di Eva, Televisione
Comments 20

Scoperte recenti

Calzedonia ne ha inventata un'altra: il leggins e le calze push-up. 

E' fenomeno rispauto che inserire la parola composta push-up accanto a qualasiasi altro lemma ne esalta il valore stesso e provoca in contemporanea la rotazione del collo nonché il drizzare delle orecchie  di milioni di donne. Lo so perché lo faccio anche io, specie quando si parla di posteriori (come in questo caso).

Ad ogni modo, dopo aver effettuato la rotazione del collo e drizzato le orecchie, la mia infatuazione si è velocemente dissipata pensando alle tre regole fondamentali dei leggins: la seconda sancisce infatti il loro abbinamento ad un top lungo, ad una maxi maglia, ad un maxi pull o ad un abitino corto, di quelli chiamati giropassera o in altri epiteti simili e che, se indossati con una calza normale o a gamba nuda farebbe sembrare la più casta delle ragazze una ragazzuola esuberante nei confronti dell'altro sesso. Quindi, mi sono chiesta, a che pro farli push- up? A che pro alzare un posteriore se poi va coperto? Alla modica cifra di 25,90 € poi?

Probabilmente, ho conchiuso, sono una sorta di mutandone della nonna, di quelli che vanno portati sotto tessuti impietosi che sembrano indicare le rotondità in eccesso ridendo alla Nelson dei Simpson, o almeno è questo quello che spero avessero in mente quelli della Calzedonia, altrimenti l'unica possibilità che rimarrebbe sarebbe il malsano piano di conquistare il mondo da parte di questi ultimi con lo spingere e consigliare inconsciamente alle donne di portarli alla stregua di pantaloni, e Dio sa quanto possa essere dannoso alla popolarità delle signorine in questione farlo.

Giusto appunto ieri ho visto una che aveva i leggins ed una maglietta aderente che le arrivava alla vita, giusto Cielo le stavano bene eh, aveva un paio di gambine alla Bambi che personalmente le ho invidiato, ma ecco che, magicamente, appena si è girata lo sfacelo: un par di mutande bianche facevano capolino attraverso il tessuto sottile e striminzito del leggins e peggio è stato quando la signorina si è chinata a 90° per raccogliere un qualcosa che le era caduto. Mi sembrava di vedere la scena del Mostro, quando Benigni esce dal bar e si ritrova davanti il sedere della tizia con le labbra gonfiate a canotto che fa finta di raccogliere la verdura. Anzi, peggio, almeno lei i leggins li aveva bianchi come le mutande e si notava solo l'elastico, questa qui invece i leggins li aveva marroni e le mutande si vedevano in tutto il suo splendore. 

Nella pubblicità la signorina coscialunga li porta senza niente che le copra il sedere ma è una ballerina e si sa che ai ballerini tutto è permesso (basta buttare un occhio su cosa lascia intendere la calzamaglia dei ballerini maschi per capire). 

Ma noi che ballerini non siamo? Accidenti. E poi che diamine, i leggins sono delle calze dopotutto, voi uscireste mai con solo le calze, senza la gonna? 

Comunque mi sono innamorata di un canale You Tube, tale Francesca Sugar Art e della sua dolcissima proprietaria, tale Francesca, residente da 12 anni in Inghilterra. L'ho scoperta ieri mentre cercavo la ricetta dei cupcakes (sappiate che non ne ho mai mangiato uno in vita mia, come i muffins, i macarons, i pancakes e lo sciroppo d'acero) e oltre ad avermi convinta a prepararne un po' mi ha fatto sorridere come non mai, è di una tenerezza unica ed è come ho sempre immaginato che fosse una cuoca. E poi è bravissima, vi consiglio il suo canale se avete voglia di pasticciare un po' in cucina!

Cosa centra tutto questo con i leggins Calzedonia? Che dovrò comprarmeli davvero se mi metto a fare tutte le sue ricette… almeno per sostegno psicologico.

Annunci

20 Comments

  1. Anonimo says

    Essendo un’amante della lettura non posso non apprezzare quanto hai fatto per la tua biblioteca. Brava! xoxo

    Mi piace

    • Perché dici così? Raramente ho trovato persone a cui stiano male i leggins, persino le ragazze più grassottelle sono carine (se ovviamente indossati in modo giusto, cioè con qualcosa di lungo sopra). In fondo sono calze, quindi se una sta bene con le calze sta bene anche con i leggins… 🙂

      Mi piace

  2. qua in Inghilterra le tizie inglesi se ne vanno quasi tutte in giro usando i leggins al posto delle braghe senza niente di lungo sopra, con mutande che sbucano ovunque! 😀 magari la cosa all'inizio può anche sembrare curiosa ma dopo un anno che son qua l'impressione che mi fanno è che sembrano delle straccione, dato che se tutto va bene l'unico altro capo d'abbigliamento che ci indossano insieme è una maglietta da spaghettata o un maglioncino sgualcito che manco Starsky e Hutch in un momento di depressione si metterebbero (e i leggins, per tornare in argomento, magari hanno sopra un motivo giraffato o roba del genere)

    Mi piace

    •  
      Ah però! 😀 
       
      Io odio questa mania di indossare i leggins come braghe, mi hanno sempre dato l'idea di sciatto, di una cosa messa all'ultimo secondo… l'idea che manchi qualcosa ecco, anche alle ragazze magre con le gambe a stecco. Che poi li portano così perché credono di essere sexy probabilmente. 
       
      Figuriamoci la sensazione di figaggine poi se i leggins hanno un motivo griffato sopra… quelli ancora devo vederli fortunatamente.  :ave:

      Mi piace

      • nono non griffato, proprio giraffato, nel senso che ci son sopra le macchie della pelle delle giraffe! ma anche di zebre, leopardi, mucche, pitoni… sto posto è la patria del bad taste, alla faccia dello stereotipo per cui gli inglesi sono gente posata ed elegante

        Mi piace

        • Scusa, avevo letto male!
          Collo, è la stessa cosa che ho pensato io: di solito gli inglesi sono famosi per la loro eleganza e per il loro essere sempre imperturbabili, invece più vado avanti e più scopro che parte di loro non è affatto così, tu stesso mi dicesti che alcuni sono i classici inglesi con bombetta e ombrello ma altri potrebbero tranquillamente partecipare a Tamarreide… chissà che personaggioni vedi lassù, anche se poi immagino che il trash sia uguale dappertutto…! 😀

          Mi piace

  3. Giusto un'ora fa sono uscita da Calzedonia! Dovevo comprare un paio di calze 100 denari e, su consiglio della commessa, le ho prese push up! Hai ragione tu, solo il nome fa drizzare le orecchie, sono scettica, ma per 2 euro in più ho ceduto…adesso sono curiosa di provare il risultato!!

    Mi piace

  4. Ciao Valentina, alle pubblicità bisogna  fare lo scono , luccicano di più che valgono
    🙂
    un caro saluto
    buon ponticello!         

    Mi piace

    • Eheh, hai ragione. Speriamo che questi non luccichino altrimenti prevedo turbe di donne deluse e amaraggiate ancora di più dai loro sederi gravitazionali. 😀 
      Anche se in ritardo, un buon ponticello anche a te Klara!

      Mi piace

  5. Da quando ho saputo del miracUlo Calzedonia non ho ancora avuto il tempo di cercarle… Magari dove non arriva lo sport (e ti assicuro che se hai il culo strano puoi anche fare 200 affondi e 900 squat con pesi, che tanto anche se più piccolo la forma sarà quella) arriva la scienza tessile 😀
    E poi sai, non è che devi per forza mettere solo quelli (ovvove), ma sotto certi vestiti potrebbero fare la differenza (sempre considerando il culo strano), no?
    Vedremo 🙂

    Mi piace

    • Sì sì, infatti secondo me vanno portati a mò di mutandone alla Bridget Jones, di quelli che ti fanno la pancia ultrapiatta ma sono antiuomo. Li immagino sotto i vestiti fascianti et similia. Spero che tutte se li immaginino così, magari galanizzate dal culo all'insù se ne andranno in giro in calzamaglia…   :faint:  
      Comunque se li compri fammi sapere, sono curiosa! 😀

      Mi piace

  6. Da brava culona, se costassero un po' di meno la prova la farei, guarda. Mal che vada non cambierebbe niente…peccato non possa spendere 25,90€ in calze, al momento 😦 magari per natale le metto in lista, visto che non so mai che rispondere alla solita domanda di mammà "che regalo vuoi?" 😀

    Mi piace

  7. Vale proprio oggi li ho visti in vetrina nel negozio Calzedonia e anche io mi sono chiesta a cosa serva fare dei leggins push up, visto che qui in Italia sono in pochissime a portarli come un paio di pantaloni normali -.- comunque confermo che in inghilterra vanno tutte in giro col sedere di fuori 🙂

    Mi piace

  8. Pingback: La seconda volta che feci i cupcakes. | Valentina

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...