Abitanti della blogosfera, Cinema, Distrazioni più o meno mondane, Essere me, Follie di prima gioventù, Fumetti, Libri, Televisione
Comments 19

You're my favourite.

Non c’è niente da fare: ogni volta che leggo un libro, divoro un fumetto, guardo un film, osservo un’opera d’arte trovo sempre il mio personaggio preferito, quello che sento più affine a me, al mio carattere o, più semplicemente, per il quale nutro un’istantanea simpatia, senza che ci sia necessariamente un motivo logico.

Avevo/ho un beniamino per ogni serie di cartoni animati o di fumetto o libro vista e letti da piccola: una Sailor preferita, un Cavaliere dello Zodiaco preferito, un calciatore preferito, un personaggio Disney preferito. I miei, ahimé, sono sempre stati quasi tutti precisini e/o intransigenti; ché io lo sono per inclinazione e per natura e quindi non potevo certo sfuggire al mio triste destino di pignola.

Sailor preferita? Sailor Mercury. Cavaliere dello Zodiaco preferito? Pegasus. Calciatore preferito? Oliver Hutton. Protagonista preferita? Anna dai capelli rossi. Gemella preferita? Maggie. Fumetto preferito in assoluto? Corto Maltese. Stravedo per il Professor Layton, Miles Edgeworth prevale su Phoenix Wright, Mark Darcy su Daniel Cleaver. Tra L e Light io scelgo L e non c’è storia: Blair batte Serena 20 a zero.

Altre volte invece a farla da padrona non era l’indole o il carattere ma, appunto, l’immediata simpatia: l’arma preferita era la Bomba di Urano di Sailor Uranus e a volte Sailor Pluto scavalcava la timida Ami nelle mie favorite; a volte Benjamin Price a volte a Mark Lenders piacevano più di Oliver Hutton; nel mondo Disney Paperino mi ha rubato il cuore e tra i Biker Mice da Marte Turbo era il mio idolo; nell’arte la ragazza con l’orecchino di perla mi ha sempre incantato e nei Ghostbusters la palma d’oro andava a Peter, con un occhio di riguardo per Egon, ché la mia indole perfettina non si può proprio ignorare del tutto.

Altre volte invece non riesco a stabilire quale dei personaggi principali sia il mio preferito. E’ successo poche volte, ma è successo. Un esempio?

Ancora adesso non riesco a decidere quale tra le facce di Lupin III, Jigen e Goemon sceglierei se dovessi comprarmi una delle loro magliette (queste per intenderci); che desidero da tempo immemorabile. Andrà a finire che o comprerò una maglietta collettiva (ma l’idea mi stuzzica poco perché mi piacciono più quelle “singole”) o mi comprerò quella con la faccia di Fujiko, che pure ammiro, in un certo qual senso.

Dei cinque di “Amici Miei” non riesco mai a decidere qual è quello che sento più vicino a me. Ho guardato la loro trilogia almeno venti volte ma le mie preferenze si alternano e cambiano di fotogramma in fotogramma: se al minuto dieci la corona la do al Perozzi al minuto sessanta la do al Mascetti e così via, con il risultato che diventano persona unica e incorono cinque teste su di un corpo solo.

Altre volte la serie mi è piaciuta così tanto che ho desiderato essere come quel tale personaggio. Confesso, con un po’ d’imbarazzo, che da piccola ero invaghita di Johnny e crescendo avrei voluto diventare Sabrina, la bellissima Sabrina coi capelli lunghi e la villetta nella quale viveva sola, indipendente e un po’ lunatica, che fumava sigarette e pestava i ragazzi, mentre non sopportavo Tinetta, piagnucolona e smorfiosa.

Cielo, in effetti da bambina i maschietti li pestavo, quando dicevano che ero una femminuccia e che non ero capace di difendermi.

Che mi sia lasciata trasportare un po’ troppo?

Annunci

19 Comments

  1. eheh le guerriere Sailor, non mi ci fare pensare, mi pare di vedermi mentre ero immersa in tutti quei cartoni ed anch’io mi immedesimavo ^^
    Quando si comincia a parlare di cartoni animati non si finisce più, è classico !

    Mi piace

  2. Questo post è bellissimo! 😀
    Io, di indole, ero come Sailor Moon: piagnucolona sempre, coraggiosa quando venivo messa alle strette e romantica, in attesa del mio Milord…

    Però dai, ti ci vedo ad essere a tratti Sailor Mercury, a tratti Sabrina! 🙂

    Ma hai dimenticato le protagoniste di “Piccole donne”! 😀
    Un abbraccio!

    Mi piace

    • Oh accidenti, hai ragione. 😛

      Mi sono sempre sentita molto vicina a Jo, ma leggendo il libro ho scoperto di avere molto in comune anche ad Amy, che non è così ochetta come sembra… ma immagino lo si capisca già dalla mia mini descrizione nella colonna a sinistra! 😛

      Un abbraccio e buon fine settimana Dali! :hug:

      Mi piace

  3. Che cara, grazie! Ma fa nulla, puo’ capitare.
    Purtroppo credo che questa volta nemmeno sia colpa di blogger ma di uno sbalzo di corrente che c’è stato da me ;!
    Btw ho già temporaneamente risolto pubblicando un altro post al volo ;P!

    PS: ahah oddio, io ADORAVO i cartoni e le sailor poi, LE AMAVO lol!
    Buon week-end carissima!
    xxx

    Mi piace

  4. Anche io preferivo Sailor Mercury! Mi piacevano i suoi capelli blu! Invece in Holly e Benji preferivo Benji… anzi, ancora oggi ne sono un pochino innamorata 😛

    Mi piace

    • Anche io ora tra Holly e Benji sceglierei Benji… era sempre tutto zitto e misterioso, ad una donna fa sempre effetto. 😀

      A Sailor Mercury l’unica cosa che avrei cambiato sarebbe stata la lunghezza dei capelli: era l’unica col taglio alla “maschio” e scompariva un po’ in mezzo a tutte quelle capellone. 😀

      Mi piace

    • Ah ah, è vero, il grande Genzo Wakabayashi!!! Che spettacolo, secondo me è più figo il nome originale che quello inglesizzato… poi gli sta bene, ce l’ha la faccia da Genzo lui. 🙂

      Mi piace

  5. Ma che carino questo post!! E’ davvero originale e mi è piaciuto un sacco 🙂 Innanzitutto grazie per i complimenti (probabilmente non ti ricorderai neanche di avermi scritto dopo ben due settimane!). Bè dai il tuo aiuto per fare la pastiera è stato sia quello di sostenere tua madre ma soprattutto quello di mangiarla 🙂
    Anche io avevo l’abitudine di eleggere come il migliore un personaggio dei cartoni o di un telefilm, però il più delle volte mi piacevano più aspetti di più personaggi diversi perciò facevo molta fatica 😀

    Un abbraccio.

    Mi piace

    • Ah ah! Grazie Erica! 😀

      Il tuo commento era finito tra lo spam, per questo non era stato pubblicato… anche a me piacerebbe essere una brava cuoca come te e creare tante cosine carine e sopratutto buone; ieri mi sono cimentata in un dolcetto semplicissimo (in realtà l’idea era sempre di mamma, io l’ho solo messa in pratica) a cui avevo fatto una decorazione estetica di prim’ordine (due pavesini per orecchie e un batuffolo di panna montata per codina ti dicono qualcosa? :P) ma temo che il tutto sia stato barbarmente ignorato a favore dell’impazienza delle papille gustative… l’arte culinaria di mamma è stata preferita alla mia di decoratrice… 🙄

      Mi piace

  6. Non sei l’unica a lasciarsi trasportare troppo, quindi va’ tranquilla…mal comune, mezzo gaudio xD Io poi mi allargo anche ai comics, quindi figurati, ho anche più preferiti (su tutti Peter Parker, stronzo al punto giusto xD ed Emma Frost, ovviamente, eh =.= non dimentichiamoci Emma Frost!), e non parliamo dei romanzi perché poi non la finiamo più (Emilio Salgari m’ha rovinato la vita con il suo Yanez De Gomera, non mi sposerò mai a meno che non trovi un uomo con pelle bianchissima, baffi neri e occhi azzurri, sigaretta costantemente tra le labbra e, ovviamente, portoghese xD).

    Ok, la pianto che è meglio xD

    Mi piace

    • Anche io adoro Peter Parker (anche se il mio preferito è Bruce Wayne) e Yanez è sempre stato il mio idolo!

      Pure io mi allargo ai fumetti, Corto Maltese è il mio eroe (ho anche una foto con lui, figurati… :P)

      Credo sia inevitabile avere un personaggio “proprio” per ogni serie, ognuno è spinto verso uno di loro, per un verso o per un altro… 🙂

      Mi piace

  7. so che è banale ma io mi son sempre identificato con Peter Parker, e – stranamente – anche con Capitan America, dato che mi sembra costantemente che il tempo passi così velocemente da ritrovarmi sempre qualche anno nel futuro e di essere rimasto indietro

    al momento però l’identificazione è con Harvey Pekar del fumetto American Splendor (purtroppo inedito in Italia ma la cui lettura consiglio caldamente… c’è anche un film)

    Mi piace

    • Non è banale, perché dovrebbe? 🙂

      Ti confesso che Capitan America non l’ho mai sopportato, l’ho sempre trovato pomposo e arrogante, l’incarnazione perfetta dei signori della guerra d’oltreoceano. Sembra strano anche a me, infatti, che tu ti ci ritrovi… 🙄

      American Splendor non lo conosco ma se c’è il film vedrò di reperirlo, uno dei progetti per questo blog era la creazione di una rubrica di film, telefilm o comunque programmi visti durante la settimana ma finora non ho ancora trovato l’ispirazione… :asd:

      Mi piace

      • banale nel senso che tutti ci si rispecchiano in Peter Parker, ma d’altra parte è un personaggio creato apposta a tale scopo (checchè ne dica quel caprone finto tonto di Stan Lee :D)

        di Cap ovviamente non mi ci ritrovo in tutta l’immagine patriottica guerrafondaia americana, ma nell’uomo che sta dietro all’icona (che anche se in un corpo da supersoldato di suo sarebbe un mingherlino poveretto)… poi hanno fatto tanto gli autori successivi, quelli che lo hanno trasformato dalla sua resurrezione in poi in un disadattato che quando non è d’accordo coi piani alti sa anche prendersela col potere e rinnegare la sua uniforme.
        il propagandismo interventista dei fumetti originali degli anni ’40 – da questo punto di vista – non lo considero, è puro antiquariato

        sì se vuoi guardati American Splendor, secondo me è una di quelle cose che ti potrebbero piacere (anche se penso neppure il film sia stato distribuito in Italia)

        Mi piace

        • Alzo le mani: non ho mai letto/visto Cap in queste vesti, potrei cambiare idea se mi dici così. Comunque mi rimane più simpatico il mingherlino che l’omaccione, sebbene il mito sulle donne dica il contrario (“alle donne piacciono i muscoli”: ma dove…????)

          Ho letto la trama di American Splendor e m’intriga. Spero di trovarlo in rete!

          Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...