Interazioni, Opinioni, Stati
Comments 5

Pesciolini rossi

 Ieri ho liberato i miei pesciolini rossi.

Li avevo vinti al Luna Park, tirando le palline nella loro boccia. Mi si stringeva il cuore a vederli sofferenti in quella minuscola palla di vetro, sballottati qua e là dai continui colpi dati loro dai lanci, così avevo deciso, a mio modo, di “salvarli”. Quando li vinsi, erano piccoli e rossi, come due pomodori. Quando mi dettero il sacchetto di plastica dentro cui erano contenuti, ero felicissima, e, una volta a casa, il mio primo pensiero fu quello di metterli nella boccia che avevo comprato loro, dandogli subito un po’ da mangiare. Il mangime che mi avevano dato si chiamava “Cibus”, e puzzava di alghe in decomposizione, ma a loro piaceva molto e a me non restava altro che lavarmi subito le mani, dopo che gliene avevo dato un pizzico. Restando con me i pomodorini sono cresciuti, così tanto da costringermi a comprar loro un acquario vero e proprio, da 10 lt, entro cui trasferirli. Apprezzarono subito la novità, e il nuovo ambiente gli è piaciuto talmente che sono cresciuti ancora, rendendo anche la loro nuova casa troppo piccola per vivere. Così ho deciso di trasferire ancora la loro residenza, e, dopo essermi messa in contatto con un ragazzo, ieri li ho portati da lui.

La loro nuova abitazione è una vasca piuttosto grande, in muratura, piena di altri pesciolini rossi come loro. Ha i sassi sul fondo e le alghe che ondeggiano delicatamente. Ha il filtro enorme per smaltire tutto lo sporco e la lampada ad ultravioletti per uccidere tutti i batteri e le spore. Questo ragazzo ama i pesci come me; dà loro da mangiare una volta al giorno lanciando sullo specchio dell’acqua generose manciate di cibo per pesci, e, quando immerge la mano nella vasca, mi viene in mente sempre quella famosa filastrocca per bambini, perché davvero tutti i pesci vengono a galla, e si lasciano accarezzare da lui.

Nonostante già mi manchino, sono convinta di aver fatto la cosa giusta. E non posso fare a meno di pensare all’avventura che hanno vissuto due piccoletti come loro, partendo da un Luna Park per finire in una bella vasca grande con altri pesciolini rossi come loro.

Sembrerò pazza, ma ho appena mandato un messaggio al ragazzo di cui sopra, per chiedergli loro notizie. Chissà come stanno.

Annunci

5 Comments

  1. Sei da ammirare, se tutti si comportassero così con gli animali il mondo sarebbe un posto migliore ( chi vuole bene agli animali solitamente ne vuole anche alle persone ).

    Un saluto

    Mi piace

  2. Pingback: Dream Teacher | Il diario di carta

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...