Opinioni, Pour parler, Stati
Comments 5

Il martirio di San Valentino

1aa4lr11h70h_gcvkwoj1eq

The Guilty Saint

Io ho sempre festeggiato San Valentino.

Quando ero piccolina, festeggiavo soltanto il mio onomastico (Regali! Dolci!), quando ho trovato l’amore festeggiavo (e festeggio e festeggerò) l’onomastico & l’amore.

Quando ero single, non ho mai sentito il peso della sfigaggine di tale condizione— Non sono invidiosa — rispondevo alle mie compagne di classe, distrutte ed umiliate dal non avere un bamboccio da esibire per il 14 febbraio— ho i messaggi dei miei ammiratori segreti e, inoltre, voi che ne sapete che non ho il ragazzo? — né, da fidanzata, ho mai sentito la pressione da vacanza estiva/capodanno alla “Allora, tu che fai per San Valentino?”. Ho sempre vissuto questa festa in modo semplice e spontaneo; per dire: ci va di cenare fuori? Ceniamo fuori — ci va di comprare cioccolato? Compriamo cioccolato etc etc.

Dunque non ho dei buoni consigli da dispensare su come passare il 14 febbraio, se non quello di fare come vi pare, anche perché detesto chi ti dice come devi fare le cose perché queste il tuo San Valentino non risulti sfigato (o Natale, o Capodanno, o qualsiasi altra festività) pertanto vi elencherò una serie di attività ludiche che mi piacerebbe attuare, a caso e a sentimento, valide per tutti coloro che passano di qui.

1. NETFLIX. Proprio perché lo guardiamo insieme spesso, e proprio perché a volte non troviamo il tempo di farlo. Sarebbe meglio una commedia romantica — non drammatica, per carità! — ma alla fine qualsiasi cosa andrebbe bene. Sì, anche Tarantino.

2. CENETTA A LUME DI CANDELA. Il più banale dei programmi. Neanche a farlo apposta: tornando a casa, oggi, ho trovato nella cassetta delle lettere il volantino della pizzeria più rinomata della città. Ha appena decretato che ci sarà la Festa della Pizza, e il menù, per l’occasione, sarà di: pizza a piacere, bibita alla spina e dolce della casa. A 9.90 €. Ottimo direi.

3. CIOCCOLATA CALDA A GOGÒ.  Il modo migliore per affrontare l’inverno & coccolarsi allo stesso tempo. Ciobar, I also love u.

4. NIENTE STRESS. Non facciamo nulla che non vorremmo fare. Ci godremo il film/telefilm, il cibo, la cioccolata. Ci godremmo anche la scalata al K2, se fossimo una coppia di sportivi indefessi. Insomma, ci godremo la giornata in qualsiasi modo decideremo di trascorrerla. Applichiamo, da sempre, la regola Celentano: il mondo lo abbiam chiuso fuori con il suo casino.

Questa è la maniera che mi sembra più giusta per passare la giornata di San Valentino ed il modo in cui l’ho sempre passata.
Condividete con me — single e fidanzati— i vostri programmi e ditemi cosa ne pensate della festa più cuoriciosa dell’anno.

Annunci

5 Comments

  1. E così si scopre come ti chiami…
    Per me San Valentino è sempre stato un tormento. Volevo a tutti i costi festeggiarlo in qualche modo, ma mica sempre avevo il materiale umano che serviva! Per un po’ di anni mi è andata di stralusso (dalla prima alla quarta liceo); poi nulla fino a quando ho trovato il mio attuale compagno, col quale sto da quattordici anni ma con cui credo di avere festeggiato solo i primi due San Valentini… Lui non apprezza questi riti commerciali! Così ho ceduto, ma qualche volta gli ho fatto una bella crostata a forma di cuore che di sicuro non meritava… Che faccio quest’anno: mi invento qualcosa? Di idee ne ho sempre a bizzeffe, ma non mi piace essere l’unica dei due che ci pensa! Uffa!
    😦

    Liked by 1 persona

    • Scusa per il ritardo nella risposta!

      Hai ragione, essere l’unica che ci pensa non è certo il massimo… e poi potrebbe fare uno sforzo, va bene che San Valentino ha un lato commerciale, ma quale festa non lo ha, al giorno d’oggi? Tra poco introdurremo anche il giorno del ringraziamento, solo per fare qualche soldo in più… io avrei inventato qualcosa ugualmente, spero che tu lo abbia fatto! E digli che, alla fine, anche il Grinch amava il Natale! Non è meno maschio se ti regala una rosa per il 14 febbraio! 😛

      In ogni caso, tantissimi auguri di buon San Valentino da una persona che ti stima ed è affezionata, seppur virtualmente, a te.

      Un abbraccio! ❤

      Liked by 1 persona

  2. Mi piace pensare che le feste, più che commerciali, siano semplicemente goderecce. Si festeggia la vita, una persona a noi cara, un momento dell’anno. Dopo il 25 dicembre la luce solare lentamente torna, a Pasqua la natura sboccia, a San Valentino ci si riscalda il cuore in attesa che torni il calore della natura. Viva i dolci e il cioccolato, viva le coccole appuntate sul calendario, viva tutto quanto ci aiuta a celebrare gli aspetti positivi dello stare al mondo. Non sono mai andata in panico a San Valentino quando ero single. Tutti diventavano flirtarosi nell’avvicinarsi della data 😉
    Questo anno con mio marito abbiamo prenotato cena e suite in un hotel in campagna, coccolandoci di cibo e ozio 🙂 Gli altri anni non c’erano soldi per festeggiare fuori casa e si stava semplicemente abbracciati davanti a un film, a festeggiare che eravamo ancora e sempre insieme

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...