Essere me, Fashion, not victim, Figlie di Eva, Follie di prima gioventù, Guardando nella stessa direzione., Pour parler
Comment 1

La parola che inizia per D.

Ieri sera il mio adorabile Fidanzato mi fa, indicando lo spazio tra la scrivania ed il muro:

“Vedi qui, qui ci starebbe bene una cesta, c’è un sacco di posto vuoto. Oppure l’asse da stiro aperta! (NDR: E’ da una ventina di giorni che dico di voler comprare un’asse da stiro seria in luogo di quella da tavolo dell’Ikea) Così farebbe anche da piano di appoggio…”

“…”

“Eh? Che ne dici?”

“Tu dimentichi la regola universale che vige in questa casa.”

“…”

“Comincia per D”

“Che Decidi tu.”

“Anche. Ma ora… qual è la regola universale, principio primo, assioma incontestato ed incontestabile?”

“…”

“Il Design!!! Ti pare che un’asse da stiro posizionata lì, aperta addirittura, rispetti le regole universali del Design?”

(…ad ogni modo, anche il Decidi tu è cosa buona e giusta, se non sacrosanta.)

Annunci

1 commento

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...