All posts filed under: Bestiario

Misteri irrisolti

Per la rubrica “Misteri irrisolti”, da un’idea di Daniele Bossari & Roberto Giacobbo: perché la gente si ostina a dire che esistono due stagioni, l’inverno e l’estate? E perché dicono che adesso siamo in inverno, nonostante i 20° perenni smentiscano clamorosamente questa affermazione? MISTERI IRRISOLTI Annunci

Shhhining

Non sono sparita, giuro: ho persino scritto due o tre post che, però, ancora dormono allo stato di bozze. Cominciavo, elaboravo, e poi mi fermavo lì. E sono ancora lì; non li ho cancellati. Ma oggi mi sono detta che qualcosa dovevo pubblicare, perciò eccomi qui, mentre Miles Davis suona Jeru dal nuovo cd appena acquistato, a raccontarvi di ieri sera. In questi giorni al cinema c’è l’evento speciale “Shining”: praticamente, per la modica cifra di dieci euro, potete vedere Jack Torrence e tutta la sua meravigliosa pazzia dialogare con i fantasmi e cercare di assassinare tutta la famiglia a colpi di accetta. Imperdibile. Così, munita di un sobrio outfit per Halloween composto da total black + rossetto scuro + smalto nero + chocker in pizzo, mi sono recata al multisala della mia città in compagnia di Marito. Accanto a me, delle ragazzine vestite da streghette squittivano impaurite giurando a loro stesse di sostenersi a vicenda durante la visione del film, di darsi conforto e di proteggersi l’un l’altra dal malvagio Jack fantasma re (ah …

Il CardioGAG

Ieri ho avuto l’ennesima conferma che la palestra è un luogo infido ove, invogliati dai poster di giovani esemplari umani abbronzati ed in forma, si viene convinti, come novelli masochisti, a pagare del prezioso danaro per perdere ogni dignità. Prendiamo la lezione che ho seguito ieri, ad esempio. CardioGAG. Sapevo a naso di cosa si trattasse, sapevo che avrei sudato, ma ciò che non sapevo è che lì nessuno avrebbe sudato tranne me. Accerchiata da ventenni avvolte in tutine all’ultima moda che Jill Cooper può accompagnare solo, ho sperimentato quanto possa essere incredibilmente lunga un’ora di orologio. In un pratico elenco puntato andrò a narrarvi i motivi per i quali ho trovato la lezione non solo faticosa, ma anche demoralizzante. L’abbigliamento  Come anticipato, le ventenni indossavano tutine nere con inserti colorati, fascianti & snellenti, che rendevano i loro giovani corpi affusolati e sodi. Guizzi giallo, verde acido e rosa shocking (molto anni ’80 devo dire) allietavano la sala dove si svolgeva la lezione. Io avevo indosso i pantaloncini di Marito, poiché l’unico paio di indumento …