All posts filed under: Teatro

Studio studio studio.

Sono in preda allo studio, tanto da aver quasi perso la voce a forza di ripetere. Per questo non aggiorno da tanto, punto primo perché non ho niente di nuovo o interessante da dire (non faccio altro che studiare) e punto secondo perché anche se mi farebbe piacere condividere qualcosa con il web arrivo alla sera così stanca e svogliata che manco d’ispirazione e di concentrazione, necessarie per poter scrivere un post in un italiano decente o quasi. Per esempio, ieri sono andata ad un convegno organizzato dal mio comune in occasione della ricorrenza della strage di Capaci (unica distrazione concessami dalla mia clausura intellettuale). E’ stato interessante e commovente (sulle note del sax, che ve lo dico a fare, ho sentito gli occhi inumidirsi) ed è stato piacevole reincontrare Luciana, la scrittrice del libro di cui ho letto qualche stralcio in biblioteca), che oltre a tre ore di qualità mi ha regalato anche le sue Galatine (galeotta è stata la mia esclamazione di goduria quando le ha tirate fuori dalla sua borsa: “Uuuuuuuh le …

Del Cyrano de Bergerac

Ogni volta che si legge o si sente questo nome due immagini si materializzano nella nostra mente: un naso lungo e puntuto guarnito da un paio di baffoni e una frase, resa celebre dai Baci Perugina: “Il bacio è un apostrofo rosa tra le parole t’amo” di cui però ci sono diverse versioni, tra cui quella che preferisco è “Un punto rosa sulla i di Ti Amo.” Il Cyrano parla dell’eterna favola della Bella e la Bestia, di un uomo tanto insicuro e bello dentro quanto spavaldo e brutto fuori, di un innamorato ardente e appassionato che riversa tutti i suoi sentimenti in lunghi sospiri e sguardi lanciati solo da lontano. E’ una storia il cui filo conduttore si basa sul famoso detto “l’apparenza inganna”, e che mostra militari poeti, bruttoni bellissimi e bellissimi animali, seppur con grazia di spirito e amor proprio. Cyrano attribuisce tutte le sue insicurezze al suo naso: si fa beffe egli stesso dell’appendice al centro del suo viso ma non permette nessuna burla da altri, pena una toccata della sua famigerata …