Breviter

Standard

In questi giorni ho guardato due storie che mi hanno fatto commuovere.

Il primo è AIR, ed è un anime del 2010.

Il secondo è LEI, ed è un film del 2013.

Due storie d’amore, due storie di persone lontane eppure vicine.

Ed io guardo, e mi commuovo, e odio quando mi commuovo.

Sono febbricitante in questi giorni, i miei nervi sono ipersensibili e ho la costante sensazione di vivere in un sogno.

-Ti sei mai chiesto cosa potresti fare se potessi usare la magia?

Happy birthday!

Standard

Ho dimenticato (cosa assai grave oppure no, dato che ormai pensavo di aver superato questa fase) il compleanno di questo blog, che, ora riunito a tutti quelli che ho aperto negli anni, rappresenta un unico continuum della mia carriera blogghesca.

Pubblico post su internet da ben 9 anni e 17 giorni signori miei, e li pubblico in maniera continua, dato che, quand’anche abbia chiuso un blog ne ho aperto un altro subito dopo, non segnando praticamente alcuna interruzione tra un “diario” e un altro. Si può dire che, avendo scritto tutte le pagine del primo, io ne abbia cominciato uno nuovo di zecca, e che adesso li abbia rilegati tutti insieme in un unico libro, di cui continuo a scrivere le pagine… mai come ora il titolo “Il diario di carta” mi sembra azzeccato. 🙂

Il mio primo post risale infatti al 22 giugno 2007, e, se lui esiste ancora, la piattaforma che gli fu culla non esiste più… si trattava, infatti, del buon vecchio Splinder, il cui nome scatena una potentissima nostalgia a tutti coloro che vi scrivevano… c’è qualcuno che mi legge qui che risponde alla descrizione? 🙂

Perciò, a maggior ragione, auguroni blogghetto mio, anche se in ritardo! Chissà se fra altri 9 anni e 17 giorni sarò ancora qui a festeggiarti… 🙂

hb

La mia giornata ideale

Standard

What’s your idea of a perfect day off: one during which you can quietly relax, doing nothing, or one with one fun activity lined up after the other? Tell us how you’d spend your time.

(Participating in NaBloPoMo? Head to BlogHer’s NaBloPoMo Central for more!)

La mia giornata ideale sarebbe un misto tra lo Sparkling e lo Still. Comincerebbe con calma, con un caffè + cappuccino, un bel cornetto alla marmellata, l’oziare ancora un po’ tra il caldo delle coperte e poi l’alzarsi pigramente, lo stiracchiarsi ed il vestirsi con cura. Stare a casa l’intera mattina a leggere e scrivere, poi pranzare e, solo nel pomeriggio, uscire. Mi piacerebbe passeggiare per le strade, vedere i negozi, entrare nelle librerie; prendere una cioccolata calda, scattare qualche foto, assistere a qualche mostra, presentazione o concertino, fare una galoppata a cavallo. Poi andare a cena, magari in qualche posto carino, e poi andare al cinema, o a teatro. Un’altra passeggiata per la città, un altro concertino, magari qualche ballo… sì, sarebbe questa la mia giornata ideale. E, ovviamente, sarebbe tutto con Lui. 😉